Abbazia di Vallombrosa: monastero benedettino fondato nel 1036

Immersa tra i suggestivi paesaggi della Toscana, a metà strada tra Arezzo e Firenze, l’Abbazia di Vallombrosa si erge come un testimone senza tempo di storia, spiritualità e bellezza naturale.

Storia e significato

L’Abbazia di Vallombrosa ha una storia affascinante che risale a quasi mille fa. Fondata nel 1036 da San Giovanni Gualberto, l’Abbazia divenne un importante centro per l’Ordine Vallombrosano, rinomato per la dedizione alla preghiera, all’istruzione ed al lavoro manuale. Nel corso dei secoli l’Abbazia è stato centro di straordinario sviluppo culturale e religioso, influenzando con il proprio prestigio, tutte le aree limitrofe, incluso il capoluogo toscano.

Meraviglia architettonica e bellezza naturale

L’imponente struttura mostra un armonioso connubio di stili romanico e barocco, riflettendo le influenze artistiche di diverse epoche. Lo splendido chiostro, l’elegante chiesa, e gli altari finemente lavorati offrono un panorama sulla storia e sul patrimonio spirituale dell’Abbazia.

Situata ad un’altitudine di 1.050 metri sulle montagne dell’Appennino, l’Abbazia è avvolta da boschi fitti e da una riserva naturale ricca di flora e fauna, che rende lo scenario ancora più sereno ed idilliaco.

In questa atmosfera di gran tranquillità, nasce il desiderio alla contemplazione e alla riflessione. I visitatori possono partecipare alla Messa quotidiana o unirsi ai monaci nei loro rituali di preghiera.

Per organizzare la tua visita all’Abbazia di Vallombrosa visita https://monaci.org/

L’Abbazia di Vallombrosa dista 31 km da Villa Il Palagio in Colognole.